Banca Etica e lo Scudo Fiscale

In un Comunicato Stampa del 24 settembre 2009 Banca Etica e Etica SGR dichiarano che non accetteranno la raccolta di capitali che dovessero rientrare in Italia grazie allo “scudo fiscale” e di conseguenza non predisporranno alcuna misura commerciale e operativa al fine di attirare tali capitali o facilitarne il rientro. Mentre la maggior parte degli istituti di credito stanno mettendo in campo task forces di esperti e strumenti finanziari ad hoc per intercettare il ghiotto boccone dei capitali occultati e ora in via di rientro, Banca Etica opera una scelta di sobrietà e responsabilità che va anche nella direzione dell’educazione finanziaria e della responsabilizzazione dei cittadini.

Vai al Comunicato Stampa

Annunci