Inizia il Percorso del 16° Congresso CGIL

Il cammino verso il 16° Congresso della CGIL è formalmente iniziato con la riunione del Comitato direttivo nazionale del 9 e 10 novembre, anche se già a luglio erano state assunte le prime necessarie decisioni di avvio con l’elezione delle Commissioni deputate a predisporre i materiali necessari. Il giorno 9, il Direttivo ha approvato all’unanimità le regole che sovrintenderanno allo svolgimento di un Congresso che si rivolgerà a milioni di iscritte ed iscritti e al Paese nel suo insieme e che per essere efficace ha bisogno di poter contare su regole chiare e precise che valorizzino il coinvolgimento ed il voto degli iscritti. Il giorno 10 novembre sono stati presentati due documenti congressuali fra loro “globalmente alternativi” (questa è la denominazione ufficiale). Il primo, che è il risultato di un lavoro fatto nella Commissione politica eletta nel mese di luglio, è titolato “I diritti ed il lavoro oltre la crisi“ ed è stato presentato dal primo firmatario che è Guglielmo Epifani. Il documento è corredato dalle firme di 9 segretari nazionali e dalla grande parte dei componenti la Commissione politica. Il secondo è titolato “La CGIL che vogliamo” ed è stato illustrato dal primo firmatario, Domenico Moccia, segretario generale della FISAC CGIL. Il documento è corredato dalle firme di una segretaria nazionale della CGIL e da compagne e compagni del Comitato direttivo.

Vai al Sito CGIL

Annunci