Piattaforma CCNL: La FISAC Risponde ad ABI

Possibile che nel bel mezzo della crisi e del tempo dei contratti a progetto dei giovani precari, un lavoratore dipendente guadagni 30-35 mila euro l’anno e un top manager 90-100 volte di più? Dove sta l’equità in una simile forbice in cui il rapporto è 1 a 100?

Vai al Comunicato

Annunci

Banco Popolare: le Linee Guida del Piano Industriale

Il Consigliere Delegato Pier Francesco Saviotti il 25 marzo u.s. ha presentato a Verona i risultati del Gruppo Banco Popolare al 31 dicembre 2010. Nel documento pubblicato vengono finalmente ufficializzate – nero su bianco – le linee guida del Piano Industriale 2011-2013, che verrà presentato al mercato entro la fine di giugno 2011.

Vai al Comunicato

Unicredit: Brescia i Nostri Problemi … e le Risposte?

Il 24/03 le OO.SS. si sono incontrate con gli HRBP delle due Direzioni Commerciali Brescia Ovest e Brescia Est per discutere delle numerose criticità riscontrate. Nel corso dell’incontro sono stati sollevati una serie di problemi che, sommati tra di loro, stanno compromettendo il clima aziendale e generando una crescente insoddisfazione tra i colleghi e le colleghe. Il primo fra tutti risiede nella gestione del personale soprattutto da parte di taluni Direttori di Distretto, autoritaria e scarsamente attenta al rispetto delle persone, delle loro esigenze e della loro professionalità.

Vai al Comunicato

Carovana Antimafie 2011

LAVORARE NELLA E PER LA LEGALITA’
Dal mondo del lavoro, un patto di legalità per la provincia di Cremona

 SABATO 2 APRILE 2011
Palazzo Cattaneo
Via Oscasali 3 – Cremona
9.30-12.30

Interventi di: Arci Regionale e Libera Regionale, Ivan Comotti/ Francesco Breviario Confederali Lombardia,  Dott.ssa Anna Catasta, Presidente del Centro di Iniziativa Europea , i Segretari Generali di CGIL-CISL-UIL di Cremona.

Ai presenti verrà offerta una degustazione dei prodotti di LiberaTerra provenienti dai terreni confiscati alle mafie, in collaborazione con Coop. Soc. NONSOLONOI.

Vai al Programma

Lunedi 28 Marzo 2011 Sciopero Assicurativi ANIA

Le trattative per il rinnovo del contratto nazionale del comparto assicurativo sono interrotte per responsabilità dell’Associazione delle Imprese che, invece di dare risposte credibili alla piattaforma presentata dalle Organizzazioni Sindacali, persegue un progetto contrapposto di smantellamento dei diritti acquisiti, al fine di avere mano libera nella gestione del personale e delle Aziende. Non possiamo permettere che il settore assicurativo arretri le proprie tutele e non soddisfi le legittime aspirazioni dei Lavoratori, che costituiscono una parte fondamentale delle Imprese.

Vai al Comunicato

Equitalia: Grande Successo della Giornata di Sciopero

La prima giornata di mobilitazione nazionale nel settore riscossione tributi è stata un grande successo: le colleghe ed i colleghi hanno partecipato nella quasi totalità in tutto il territorio nazionale, e non solo gli sportelli sono rimasti chiusi al pubblico, ma gli uffici sono risultati vuoti quasi ovunque.

Vai al Comunicato

Banco Popolare: Accordo sulla Formazione

Martedì 8 marzo è stato raggiunto un importante accordo fra il gruppo e le oo.ss delle varie aziende controllate, in merito alla formazione professionale. Sono stati sanciti importanti principi: la formazione contribuisce a creare le professionalità che riducono il fabbisogno di consulenze esterne; la formazione sarà preventiva rispetto alla assegnazione al ruolo o al cambiamento professionale conseguente a ristrutturazioni; l’azienda organizzerà – laddove consentito dal numero dei partecipanti – edizioni dedicate dei corsi, in base a orari compatibili e comunque riconoscerà la possibilità di scelta fra la retribuzione del plus orario lavorato o il suo recupero, d’intesa con l’azienda, negli altri casi, cioè laddove il corso si tenga anche al di fuori dello specifico orario di lavoro; ai vicari che sostituiscono i titolari assenti per la partecipazione a corsi di formazione, viene confermato il riconoscimento dell’indennità di sostituzione, con possibilità di recuperare a ritroso, a richiesta dell’interessato, quanto in passato erroneamente non erogato a tale titolo a partire dal 1.7.2010 a oggi.

Vai al Comunicato