Articolo 18: di Cosa Stiamo Parlando?

“ARTICOLO 18, ADDIO PER TUTTI.”
(COSI’ TITOLAVA “IL SOLE 24 ORE” MERCOLEDI’ 21 MARZO 2012)

Di cosa stiamo parlando?

L’articolo 18 della legge n.300/1970 – Statuto dei lavoratori – nella sua formazione “storica” ed ancora oggi in vigore così recita:

Ferme restando l’esperibilità delle procedure previste dall’articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604, il giudice con la sentenza con cui dichiara inefficace il licenziamento ai sensi dell’articolo 2 della predetta legge o annulla il licenziamento intimato senza giusta causa o giustificato motivo, ovvero ne dichiara la nullità a norma della legge stessa, ordina al datore di lavoro, imprenditore e non imprenditore, che in ciascuna sede, stabilimento, filiale, ufficio o reparto autonomo nel quale ha avuto luogo il licenziamento occupa alle sue dipendenze più di quindici prestatori di lavoro o più di cinque se trattasi di imprenditore agricolo, di reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro.

Ossia, in caso di licenziamenti individuali (per quelli collettivi, solitamente connessi a crisi o ristrutturazioni aziendali operano le previsioni dalle legge n.223 del 23 luglio 1991), presso aziende con più di 15 dipendenti, laddove un giudice dichiari che il licenziamento sia avvenuto senza una giusta causa oppure un giustificato motivo, il lavoratore può riottenere il posto di lavoro (oppure se preferisce ottenere il pagamento di un indennizzo).

Continua nel Comunicato

Annunci

Risultati Assemblee CCNL del Credito

In data odierna si è conclusa per la Provincia di Cremona la tornata di assemblee unitarie delle lavoratrici e dei lavoratori del credito, convocate per votare (con voto certificato, come previsto dalle regole democratiche inserite nel contratto stesso) l’ipotesi di accordo di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro siglata a Roma il 19/01/2012. Vasta la partecipazione e acceso il dibattito. Al termine delle tre giornate, ecco i risultati:

Vai al Comunicato

Banco Popolare: Pressioni Commerciali Fuori Controllo

Dobbiamo denunciare una grave e diffusa esasperazione delle pressioni commerciali che si stanno verificando in molte delle Aree del nostro territorio. Non si può più parlare di “monitoraggio commerciale” quando il personale di rete viene chiamato e sollecitato oltre tre volte, da più soggetti, durante la giornata, insieme a messaggi di posta elettronica drammatici nei toni e mortificanti sul piano professionale. Paradossalmente quanto più aumentano le difficoltà operative legate alla crisi economica e sociale, alle carenze di organico, alla progressiva e ormai quasi totale ingessatura dei portafogli, tanto più aumenta l’arroganza e la sfiducia trasmessa ai colleghi con comunicazioni commerciali che evidenziano l’irresponsabilità e la crescente miopia nel governo delle strutture di Area e di Direzione Territoriale.

Vai al Comunicato

Gli Stipendi dei Manager

Nella Conferenza Stampa unitaria convocata Giovedi scorso a Roma, i Segretari Generali delle sette organizzazioni sindacali del Credito chiedono l’introduzione di un rapporto tra retribuzione complessiva del Top Management delle aziende di credito e retribuzione media del restante personale nella misura di 20 a 1. Gli stipendi dei banchieri non dovrebbero superare di 20 volte quelli del personale.

Vai al Comunicato

Banco Popolare: Carica dei 301 Modalità di Accesso

Il 12 marzo è stato firmato l’accordo per la definizione delle modalità di accesso al Fondo di Solidarietà per 301 lavoratrici e lavoratori che, a suo tempo, avevano presentato idonea domanda. Nei prossimi giorni i colleghi interessati verranno quindi contattati, mediante mail esplicativa delle condizioni e delle garanzie di accesso, per confermare o meno la volontà iniziale. La conferma dovrà essere data entro il 31/3. In particolare, il mantenimento dei requisiti pensionistici “ante riforma Monti” è condizionato dalla capienza dei plafond annuali (fino al 2019) previsti dal Decreto “Milleproroghe”.

Vai al Comunicato

Provincia di Cremona: Assemblee per il Rinnovo del CCNL

ASSEMBLEE UNITARIE DEI LAVORATORI

PER TUTTI I BANCARI DELLE PIAZZE DI
CREMONA – CREMA – CASALMAGGIORE
e zone limitrofe

CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

APPROVAZIONE DELLA
IPOTESI DI ACCORDO 19/01/2012
PER IL RINNOVO DEL CCNL ABI

DALLE ORE 14,30 ALLE ORE 17,00

CREMONA: Martedì 20 marzo 2012
presso il Centro Pastorale Diocesano – Sala Bonomelli
Via S. Antonio del Fuoco 9/a – Cremona

CREMA : Mercoledi’ 21 marzo 2012
presso l’Opera Pia Oratorio San Luigi
Via Bottesini n. 4 – Crema (Cr)

CASALMAGGIORE: giovedì 22 marzo 2012
presso la sala SANTA CROCE
Via Porzio n. 5 – Casalmaggiore (Cr)

Ricordiamo ai tutti i colleghi che è stata concessa da ABI una deroga alle attuali regolamentazioni che consente in via eccezionale la partecipazione alle assemblee, durante l’ orario di lavoro, ai lavoratori di tutte le unità produttive, comprese quelle con meno di 3 dipendenti, superando anche i vincoli relativi alle garanzie di servizio.

Vai al Comunicato

Vai al Volantone (814 Kb)

Firmato Rinnovo CCNL ANIA

In data 7 marzo, a Roma, è stata raggiunta l’intesa tra le Organizzazioni sindacali del settore e l’Ania che rinnova il contratto nazionale di categoria. L’accordo pone la parola fine ad una lunga ed estenuante trattativa di un contratto ormai scaduto da oltre due anni, contrassegnato da forti contrapposizioni delle Parti, culminate in molteplici e diversificate forme di mobilitazione della categoria.

Vai al Comunicato