Assemblee Piattaforma CCNL ABI 2014

Loghi Unitari

ASSEMBLEE
PER TUTTI I LAVORATORI DEL CREDITO (ABI) DELLE PIAZZE DI
CREMA – CREMONA – CASALMAGGIORE
e zone limitrofe

CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

ILLUSTRAZIONE E APPROVAZIONE DELLA PIATTAFORMA
PER IL RINNOVO DEL CCNL
DALLE ORE 14,30 ALLA FINE DEL PROPRIO ORARIO DI LAVORO

CREMA: LUNEDI 19 MAGGIO 2014
Presso la sala Opera Pia Oratorio San Luigi
via Bottesini 4 – Crema

CREMONA: MARTEDI 20 MAGGIO 2014
Presso la sala Bonomelli – Centro Pastorale Diocesano
via S. Antonio del fuoco 9/a – Cremona

CASALMAGGIORE: LUNEDI 26 MAGGIO 2014
Presso la Sala della Biblioteca Civica Mortara
via Marconi 8 – Casalmaggiore

Scarica il Comunicato

Annunci

31 Ottobre 2013: Perché Scioperiamo

Loghi Unitari

Giovedi 31 ottobre 2013
Sciopero nazionale dei lavoratori del credito
Perché scioperiamo?
SIAMO BANCARI, NON BANCHIERI

Lo situazione delle banche, fra crisi aziendali e manager inadeguati: i bilanci sono zavorrati da miliardi di euro di sofferenze e di accantonamenti derivanti da operazioni manageriali rivelatesi errate.

ABI intende scaricare i frutti di errate scelte manageriali interamente sui lavoratori: mentre in Europa si riduceva il numero degli sportelli bancari, in Italia si faceva l’esatto contrario. Adesso vogliono chiudere in massa le filiali. Basta cassieri, solo Bancomat. Non sarebbe meglio una presenza qualificata con proposte dal più alto valore aggiunto?

ABI ricatta e mette in discussione la sopravvivenza del Fondo di Solidarietà: questo strumento è nato nel settore e non pesa sulla collettività. E’ interamente pagato dalle aziende e dai lavoratori della categoria.

ABI sferra un attacco pesantissimo ai lavoratori del settore, troppi e inadeguati: sono accuse immotivate, che descrivono il loro miope atteggiamento. E’ la svalorizzazione dei lavoratori, accusati di colpe che non hanno e disconoscendo il primario ruolo del Lavoro come fattore di successo per l’Impresa.

Dall’ABI un atteggiamento irresponsabile, movente di gravi conseguenze: vuole demolire un sistema fatto di regole e ricostruirlo su diverse basi di forza. Vuole scaricare sui lavoratori i guasti causati in massima parte dai banchieri. Noi ribadiamo che occorre un sistema bancario che lavora per il Paese e non complice della finanza selvaggia.

La retribuzione dei top manager è un problema per il settore e per il Paese: la grande ingiustizia. In pochi giorni di lavoro, queste persone percepiscono lo stipendio che un lavoratore medio ottiene in un anno intero. E’ un divario inaccettabile, che persiste nonostante i richiami alla sobrietà e alla moralità provenienti anche dall’Europa.

I lavoratori bancari vogliono partecipare al risanamento del Paese. E i banchieri? Quali comportamenti credibili intende proporre ABI per modificare un sistema che ha impoverito le famiglie, non sostiene le imprese, il territorio e che, contemporaneamente, arricchisce personaggi di dubbia eticità, generando crediti divenuti inesigibili che, in troppi casi, stanno affondando nelle sofferenze gli stessi istituti di credito?

Segreterie Provinciali di Cremona
DIRCREDITO FABI FIBA/CISL FISAC/CGIL UILCA

Scarica il Comunicato

Banco Popolare: Assemblea Congressuale Fisac-CGIL

fisac71

ASSEMBLEA DEI LAVORATORI

del Banco Popolare iscritti alla Fisac-CGIL

che lavorano nelle strutture (filiali e uffici) situate in:

PROVINCIA DI BRESCIA (escluso il comune di Desenzano del Garda)
PROVINCIA DI CREMONA (esclusi i comuni di Crema e di Casalmaggiore)
PROVINCIA DI PIACENZA (escluso il comune di Piacenza)

MARTEDI 22 OTTOBRE 2013
dalle ore 14,30 alle ore 16,45

presso il Salone Bonfatti della Camera del Lavoro – via Mantova 25 – Cremona
con il seguente ordine del giorno:

– aggiornamento sull’evoluzione del piano industriale del Gruppo BP
– costituzione dei coordinamenti Fisac-CGIL aziendali e di gruppo
– varie ed eventuali

Vai al Comunicato

Disdetta del CCNL ABI e Sciopero del 31/10/2013

A seguito della

DISDETTA DEL CCNL

e in preparazione dello

SCIOPERO DEL 31/10/2013

vengono indette ASSEMBLEE UNITARIE per tutti i Lavoratori del Credito

secondo il seguente calendario provinciale:

CREMA e zone limitrofe:  lunedì   21 ottobre 2013
Presso la sala Opera Pia Oratorio San Luigi
via Bottesini 4 –
Crema

 CASALMAGGIORE e zone limitrofe:  lunedì 28 ottobre 2013
Presso la sala della biblioteca civica Mortara
via Marconi 8 – Casalmaggiore

CREMONA e zone limitrofe:  martedì  29 ottobre 2013
Presso la sala Bonomelli – Centro Pastorale Diocesano
Via S. Antonio del fuoco 9/a – Cremona

Vai al Comunicato

Polizze Professionali 2013

fisac71Le Polizze Professionali 2012 scadono il 31/12/2012. Nella sezione Polizze sono disponibili per la consultazione ed il download tutti i documenti relativi alle Polizze Professionali 2013 riservate agli iscritti FISAC-CGIL.

Intesa SanPaolo: Assemblee dei Lavoratori

Questo il calendario delle Assemblee unitarie dei lavoratori di Intesa SanPaolo convocate nella Provincia di Cremona col seguente ordine del giorno:

Illustrazione e votazione dell’ipotesi di Protocollo su occupazione e produttività
Accordo del 19/10/2012

CASALMAGGIORE e zone limitrofe
Giovedì 22 Novembre 2012 dalle ore 14.30 alle ore 17.00
presso la FILIALE INTESASANPAOLO – Via Centauro 1 – Casalmaggiore (Cr)

CREMA e zone limitrofe
Venerdì 23 Novembre 2012 dalle ore 14.30 alle ore 17.00
presso ORATORIO S. LUIGI Via Bottesini 4 a – Crema (Cr)

CREMONA e zone limitrofe
Lunedì 03 Dicembre 2012 dalle ore 14.30 alle ore 17.00
presso il CENTRO PASTORALE SALA GROSSI – Via S. Antonio del Fuoco 9 – Cremona

Legge 214 del 22/12/2011: le Nuove Pensioni

Come noto il Governo Monti ha varato la legge 214/2011 recante “disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici” .L’art.24 della disposizione di legge ridefinisce in modo sostanziale l’assetto pensionistico delle prestazioni di vecchiaia e di anzianità. Nel documento che segue, predisposto dall’INCA di Bergamo, sono riportati gli aspetti principali della normativa, rinviando un ulteriore approfondimento a quando gli Istituti previdenziali emaneranno le necessarie circolari interpretative che, ad oggi, non sono ancora emanate.

Vai al Documento

Vai alle Tabelle