Articolo 18: di Cosa Stiamo Parlando?

“ARTICOLO 18, ADDIO PER TUTTI.”
(COSI’ TITOLAVA “IL SOLE 24 ORE” MERCOLEDI’ 21 MARZO 2012)

Di cosa stiamo parlando?

L’articolo 18 della legge n.300/1970 – Statuto dei lavoratori – nella sua formazione “storica” ed ancora oggi in vigore così recita:

Ferme restando l’esperibilità delle procedure previste dall’articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604, il giudice con la sentenza con cui dichiara inefficace il licenziamento ai sensi dell’articolo 2 della predetta legge o annulla il licenziamento intimato senza giusta causa o giustificato motivo, ovvero ne dichiara la nullità a norma della legge stessa, ordina al datore di lavoro, imprenditore e non imprenditore, che in ciascuna sede, stabilimento, filiale, ufficio o reparto autonomo nel quale ha avuto luogo il licenziamento occupa alle sue dipendenze più di quindici prestatori di lavoro o più di cinque se trattasi di imprenditore agricolo, di reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro.

Ossia, in caso di licenziamenti individuali (per quelli collettivi, solitamente connessi a crisi o ristrutturazioni aziendali operano le previsioni dalle legge n.223 del 23 luglio 1991), presso aziende con più di 15 dipendenti, laddove un giudice dichiari che il licenziamento sia avvenuto senza una giusta causa oppure un giustificato motivo, il lavoratore può riottenere il posto di lavoro (oppure se preferisce ottenere il pagamento di un indennizzo).

Continua nel Comunicato

Annunci

Certificazione della Malattia

L’art. 25 della legge n. 183/2010 ha provveduto ad uniformare il settore privato con quello pubblico circa l’obbligatorietà della trasmissione telematica dei certificati medici. Dal 17 giugno 2011 il datore di lavoro privato non potrà più richiedere al lavoratore l’invio della copia cartacea dell’attestazione di malattia, ma dovrà prendere visione delle attestazioni di malattia avvalendosi esclusivamente dei servizi resi disponibili dall’Inps. E’ facoltà del datore di lavoro di richiedere ai propri dipendenti di comunicare il numero di protocollo identificativo del certificato medico inviato dal medico via web. In merito a questo argomento la FISAC della Banca Popolare di Novara ha pubblicato un utile comunicato.

Vai al Comunicato

Guida per Chi Cerca o ha Appena Trovato Lavoro

Ai giovani che cercano e pensano a un lavoro che non hanno ancora incontrato. A coloro che un lavoro lo hanno avuto ma che lo hanno già perso. Ai giovani che lavorano nella più totale precarietà senza diritti e senza tutele. A quelli che sono riusciti ad ottenere un lavoro normale con un contratto normale. Ai giovani che vogliono sapere di più dei loro diritti. A chi vuol capire come orientarsi nel mercato del lavoro e conoscere i mestieri e le attività che possono dare occupazione. Ai giovani che cercano percorsi formativi coerenti con le loro capacità e con i loro progetti professionali. La Guida cerca di dare delle prime risposte a queste richieste di aiuto e di consulenza spesso inespresse, ma sicuramente presenti nel mondo giovanile.

Vai alla Guida (3,82 Mb)

Permessi Elezioni e Referendum

La legge prevede norme che consentano al lavoratore dipendente il pieno esercizio dei diritti elettorali costituzionalmente garantiti. Tali diritti comprendono i permessi per gli eletti in cariche pubbliche e i permessi per i membri dei seggi in occasione di elezioni politiche, amministrative e di referendum abrogativi o consultivi. Facciamo il punto riguardo ai permessi per i componenti i seggi elettorali e ai diritti per gli eletti a cariche pubbliche.

Vai al Comunicato

Permessi Ex Festività 2011 Agenzie Libera Gestione

Il CCNL prevede che siano le lavoratrici ed i lavoratori delle Agenzie di Assicurazione in Libera Gestione a decidere per le 4 giornate elencate (le festività religiose soppresse), di comunicare all’Agente se per l’anno in corso (2011) si vogliono recuperare le giornate stesse sotto forma di “riposo compensativo” (le giornate possono essere frazionate e fruibili anche ad ore e vengono di solito evidenziate nella busta paga alla voce “permessi” o “permessi ex festività”), oppure mediante riconoscimento di una indennità sostitutiva che va ad aggiungersi alla retribuzione ordinaria.

Vai al comunicato

Ferie, Permessi, Banca Ore e Straordinari – Promemoria 2011

Quanti giorni di ferie mi spettano? Come funziona la banca delle ore? Per rispondere ad alcune delle domande più frequenti su questi argomenti la FISAC Nazionale ha pubblicato due utili promemoria per fare un minimo di chiarezza sulle spettanze – come da Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro – relative alle Ferie, ai Permessi, alla Banca Ore e agli Straordinari.

Vai al Promemoria per i Bancari (Contratto ABI)

Vai al Promemoria per gli Assicurativi (Contratto ANIA)

Permessi Ex Festività 2011

I giorni di permesso per festività soppresse per il 2011 sono tre, in quanto non coincidenti con giorni festivi o non lavorativi, e ricorrono nei giorni: 23 giugno – Corpus Domini, 29 giugno – SS. Pietro e Paolo, 4 novembre – Festa delle Forze Armate. Per la piazza di Roma il 29 giugno SS. Pietro e Paolo è giornata festiva e, pertanto, i giorni di permesso sono due, con eccezione per il settore assicurativo dove viene mantenuta e quindi anche per la piazza di Roma i giorni di permesso per festività soppresse sono tre. Le suddette giornate possono essere fruite dal 1° gennaio ed entro il 31 dicembre per i settori assicurativo ed esattoriale; dal 16 gennaio al 14 dicembre per il settore del credito.

Vai al Comunicato